Mia povera Sardegna - Italiador

Mia povera Sardegna

2+

Chi ha avuto la fortuna di conoscere o vivere in Sardegna prima degli anni ’70 ricorderà certamente la bellezza dell’isola, non solo per le località prestigiose e mondane ma anche per la cultura e le persone, che inizialmente ti guardano con un po’ di diffidenza per poi diventare i tuoi migliori amici.

C’é un detto a tal proposito che dice: “Arrivi in Sardegna sorridendo e parti piangendo”, per spiegare che si arriva con la gioia di godere della località e delle persone, ma si piange poi nel doverle lasciare.

In tempi attuali, purtroppo dobbiamo prendere atto dello scempio avvenuto nell’isola, speculatori senza gusto e persone influenti corrotte e corruttori hanno distrutto questo vero paradiso.

Anche le località nobili come ad esempio parte della Costa Smeralda, Porto Raphael etc. sono state oggetto di speculazioni incontrollate, le località circostanti sono state invece invase da palazzine a basso costo, senza gusto e razionalità, tipico prodotto dei palazzinari. 

Poi naturalmente la ciliegina sulla torta, la presenza di basi militari, nazionali e straniere che hanno contribuito all’inquinamento di vaste aree dell’isola.

Insomma, possiamo tranquillamente dire che: le cose belle della Sardegna sono opera della Natura, poche sono quelle fatte dall’uomo.

2+
Se ti é piaciuto, Condividi.

Lascia un Commento

L 'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

*

1 × 2 =

WpCoderX