La Zanzara sui Testicoli - Italiador

La Zanzara sui Testicoli

4+

La Non Violenza (dal sanscrito ahimṣā «non violenza», «assenza del desiderio di nuocere o uccidere o fare male») è un metodo di lotta politica che consiste nel rifiuto di ogni atto di violenza, ma anche disobbedendo a determinati ordini militari (obiezione di coscienza) o altre norme e codici, articolando la propria azione nelle forme della disobbedienza, del boicottaggio e della non-collaborazione (resistenza nonviolenta).

Il principio venne teorizzato formalmente negli anni Venti del Novecento dal Mahatma Gandhi e applicato dal movimento anticoloniale indiano, che lo ricollegava al principio di origine induista e buddhista dell’ahimṣā, ed ebbe un peso notevole per il successo del movimento indipendentistico indiano.  All’esempio di Gandhi si sono richiamati esplicitamente Martin Luther King e diversi movimenti pacifisti e per i diritti civili, soprattutto a partire dagli anni Sessanta.

Si dice che l’azione nonviolenta sia debole o che rifiuti il conflitto. Al contrario, l’azione nonviolenta apre e gestisce i conflitti. Cammina nel conflitto, sfida l’ingiustizia e lavora per il cambiamento. Assume su di sé dolore o situazioni spiacevoli senza infliggerli ad altri.

“Il potere della nonviolenza viene dalle qualità spirituali dell’amore, della comprensione, dell’abilità comunicativa, del coraggio e della perseveranza.

La sottomissione, l’accettazione, la passività non alleviano l’oppressione e l’ingiustizia, la reazione violenta incoraggia il crescere della violenza e della repressione.

Il modo nonviolento è un’apertura, un ascolto, un considerare l’intero mondo la propria famiglia: considerare i diversi punti di vista significa scoprire che le differenze non sono disarmonie, se ci trattiamo l’un l’altro con amore e rispetto.

Noi agiamo in questo modo verso i nostri amici ed alleati, ma anche verso i nostri oppositori o i nostri critici: perché sono esseri umani come noi e abbiamo la necessità di capirli ancor più di quelli che sono d’accordo con noi

4+
Se ti é piaciuto, Condividi.

2 comments

  1. Ritengo questo messaggio un qualcosa di disastroso per i tempi correnti, finché ci vedranno pecore il rischio concreto è che il lupo oi lupi facciano di noi un sol boccone e non è più tempo né di vittime sacrificali né di fare regali, oggi più che mai è solo la lotta senza quartiere che può liberarci dalla buca in cui siamo caduti e non facciamoci illusioni, come altre volte accaduto anche in questa non verrà nessuno a salvarci, neanche Dio ama i vigliacchi.

    0
    • Noi non amiamo i vigliacchi e comportamenti di tal genere. Quello che riteniamo giusto é tentare sempre la via pacifica ed accomodante e come ultima soluzione, adottare la difesa di qualsiasi tipo.
      Ma si può COMBATTERE solo SE si ha almeno 1% (un per cento) di possibilità di vincere, altrimenti diventa solo un SUICIDIO da “CORAGGIOSI” che non porta a nulla.

      0

Lascia un Commento

L 'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

*

cinque × cinque =

WpCoderX